lunedì 15 marzo 2021

Recensione: Non Tradirmi di Chiara Cilli - Blood Bonds #9

Ho deciso finalmente di ritornare a scrivere e il modo migliore per ricomiciare è paralare del romanzo di Chiara Cilli, nono della serie Blood Bonds e terzo e utlimo con protagonista Armand Lamaze. Essendo tutti collegati ricordo che se non avete letto i romanzi precedenti troverete spoiler nella trama e nella recensione. Inoltre ribadisco che questa serie non è per tutti, contiene scene violente adatte a stomaci forti. Ringrazio nuovamente e mai abbastanza Chiara per avermi inclusa tra le sue lettrici in anteprima.♥

Non Tradirmi
Blood Bonds #9
Chiara Cilli
autopubblicato
371
2,99
9,90
1 marzo 2021

Avevo la libertà a portata di mano, e me la sono lasciata sfuggire.
È riuscita a scappare da un orrore che non si sarebbe mai aspettata, ma a caro prezzo.

Ora sono alla deriva.
Ora è sola.

E solo Katerina può aiutarmi.
E porterà a termine la missione.

Devo riaverla.
A qualunque costo.

Non importa quanto i miei fratelli mi supplichino di non farlo.
Non importa quanto la piccola rossa la implori di schierarsi contro la Regina.

Avrò la sua vita.
Avrà la sua vendetta.



Il romanzo inizia dove avevamo interrotto il precedente. Ekaterina fuggita dalle grinfie di Armand. Nadya rapita e Armand lasciato alle prese col suo demone. Non voglio svelare i passaggi successivi ma la storia sta arrivando a una conclusione seppur non quella che tutti noi ci aspettiamo. In realtà ad ogni pagina voltata non sapevo come si sarebbe conclusa la situazione, sono stata sulle spine per tutto il tempo, ho sofferto con i protagonisti, ho odiato e amato ognuno di loro. L'autrice mi ha portato a un livello in cui non so più per chi dovrei tifare. Sono confusa. Se penso ai Lamaze mi dispiace per loro, per la loro infanzia per la vita che hanno fatto. Ma allo stesso tempo siamo noi gli artefici del nostro destino e l'impresa di famiglia era una cosa abominevole che avrebbero potuto cambiare. Ma il problema è che sono stati troppo corrotti nell'animo da poter vedere un cambiamento, un finale diverso. Così come Henri è rinsavito attraverso Aleksandra ma oramai troppo tardi, così André con Nadya ma sempre troppo tardi anche per Armand ci sarebbe stata una redenzione se non fosse ahimè anche qui troppo tardi. Sono stati vittime, carnefici e ancora una volta vittime. La conclusione può essere solo nel sangue. Ora sono più che mai curiosa di sapere i segreti di Cade e della Šarapova, rispettivamente il campione del re e la regina di Veres. Per quanto riguarda il personaggio di Ekaterina mi è piaciuto molto, disturbato il giusto, tutto sommato seguiva una sua morale. Chiara ancora una volta si rivela capace di tessere una trama originale e inaspettata, non fa prevedere nulla se non che non ci sarà mai lieto fine. I protagonisti ci arrivano vicino, ci fanno sperare ma alla fine sono troppo guasti per potersi aggiustare nonostante ci provino. Ricchissimo di emozioni, un vortice in cui il lettore viene trascinato e stritolato. Attendo ardente di curiosità gli ultimi due romanzi e non so se potrò mai dire addio per sempre ai fratelli Lamaze.
 

Buona lettura!

1 commento :

  1. Grazie di vero cuore per questa bellissima recensione, Sara! ♥

    RispondiElimina