martedì 25 gennaio 2022

Vita da blogger...

Quest’anno è iniziato in modo molto strano. In quarantena. Per fortuna sani. Per aver visto degli amici. I soliti amici. Quelli che vedo tutti i giorni. Ora siamo fuori da una decina di giorni ma fatico a riprendermi mentalmente. Ho ricominciato ad allenarmi. Ho ricominciato ad andare al lavoro fisicamente e non in smart. Ho rivisto gli amici. Ma mi sento bloccata. Ho qualcosa che mi disturba. Ma non riesco a dare un nome a quello che sto provando. Eppure, mi conosco. C’è qualcosa che non va. Sento che mi sto stufando. Che mi sto annoiando…


Ad ogni modo.
Ho bisogno di leggere roba un po’ dark. Ecco perché ho divorato i Dylan Dog nati dall’ispirazione di tre donne di Vasco: Albachiara, Sally e Jenny. Ho poi riletto uno dei miei preferiti Dylan Dog di sempre Delirium. Ho proseguito nel mood con il graphic novel L’uomo che ride ispirata al romanzo di Victor Hugo che ha a sua volta ispirato la figura del Joker. Infine, ho letto il primo fumetto della serie Locke & Key che con la serie ha poco a che vedere. Ho anche finalmente letto il manga La bella e la bestia. Stupendo ed emozionante.


Come libri mi sono fiondata su un Morozzi con Blackout. Breve, intenso, crudo e ansiogeno. Ho poi letto Viola e il Blu di Bussola. Libro fuori mood ma rientrava nell’obiettivo comune della reading challenge delle ragazze Ikigai. Però sono stata molto contenta di averlo letto è uno di quei libri che apre la mente. Ora sto leggendo il penultimo libro della Barbato Scripta Manent che spero mi regali una gioia.


Come visioni direi che l’ultima stagione di TWD rientra perfettamente nel mood di ora anche se da quando Rick ha abbandonato lo show direi che non c’è più storia. Inoltre, ogni notte insonne mi sono sparata TUTTI i film di Batman. Dalla quadrilogia vintage, alla trilogia di Nolan e per finire con i film contorno come Suicide Squad, Harley Quinn. Mi mancherebbe la Justice League e co ma vediamo. Intanto attendo che esca quello nuovo.


Ho poi rivisto Venom. Che non c’entra con Batman ma mi piaceva lo stesso. Peccato che ho sentito parlare molto male del secondo film.


Mi sto ammazzando anche di Anime. Ho visto Beatars, Arcane, High-Rise Invasion, Dorohedoro e ora Shaman King.


Come serie invece ho concluso Sweet Home, You stagione 1 e 2, Hellbound, Guida astrologica per cuori infranti, Locke & Key stagione 2, Dexter New Blood, The 100 stagione 7 finita definitivamente meno male.

In ultimo ho guardato un po' le nuove uscite librose del mese e non c'è momentaneamente nulla che mi abbia attirato.


Bene direi che la carrellata di letture e film/serie tv è stata fatta e ora posso affrontare questo febbraio che mi porterà il compleanno del mio puzzino e spero uno sblocco mentale.  


Buona lettura!

venerdì 17 dicembre 2021

Recensione Il viaggio di Elisabet di Jostein Gaarder

L'anno scorso lessi questo romanzo durante il periodo dell'avvento. Letto su consiglio della Sily che ne aveva conservato un buon ricordo.  Un libro da leggere nel periodo natalizio infatti conta 24 capitoli, uno al giorno fino a Natale.  Di Gaarder ho letto solo La ragazza delle arance che ho adorato.

Che i negozi di giocattoli siano per ogni bambino (e anche per più di un adulto) mondi incantati, pieni di sorprese e di meraviglie, non è certo un mistero. Ma qual è invece il mistero che si cela dietro l'improvvisa scomparsa, proprio dal reparto giocattoli di un grande magazzino, di Elisabet Hansen, una ragazzina simpatica e volitiva? Semplice: quando ha visto un agnellino di peluche prendere vita e scappar via come un fulmine, Elisabet non ha saputo resistere alla tentazione d'inseguirlo per fargli anche soltanto una piccola carezza... E come darle torto? Tanto più che, ben presto, all'agnellino si sono affiancati alcuni angeli maliziosi e birichini, svariati personaggi biblici, il governatore della Siria, un altezzoso imperatore e altre pecore, formando così una straordinaria comitiva che ha preso a viaggiare a ritroso nel tempo e verso la Terra-Santa. Ma qual è lo scopo di quel viaggio così singolare? A scoprirlo sarà un ragazzino, Joakim, aprendo, giorno dopo giorno, le ventiquattro finestrelle di un calendario dell'Avvento da cui cadono, come per magia, altrettanti misteriosi foglietti che lo trasportano in un altro tempo, in un altro mondo, in un'altra storia che, forse, è la storia di Elisabet... o forse no.

Il viaggio di Elisabet - Jostein Gaarder (Pierina M. Marocco)
Fiction - Longanesi - 17 aprile 2014
p. 182 - €6,99
 
La trama racconta di un bambino che trova un calendario dell'avvento molto particolare che ogni giorno racconta un pezzetto di fiaba. La storia è quella di Elisabet che una bambina che per inseguire un agnello che scappa da un centro commerciale si ritrova a fare un viaggio a ritroso nel tempo con l'arcangelo Gabriele e un sacco di altri personaggi del presepe fino ad arrivare alla nascita di Gesù bambino.

Partiamo col dire che il libro non mi è piaciuto. La storia di fondo si ma la scrittura, il modo in cui viene raccontanto mi ha a tratti irritato. La ripetitività delle azioni di tutti i personaggi, l'elenco ogni volta dei vari partecipanti al corteo di Elisabet e l'arcangelo mi hanno annoiato e fatto storcere il naso.

Il finale un po' magico mi è piaciuto ma purtroppo l'intera lettura è stata condizionata da una forzatura alla lettura giusto per portarlo a termine. Meno male che è stato breve e che leggevo un capitolo al giorno.

Sicuramente leggerò altro dell'autore, forse il suo problema è stato voler scrivere un romanzo adatto anche ai bambini e probabilmente non avendo la mano per questo genere ha un po' troppo calcato sulle ridondanze che ne hanno appesantito la lettura



Buona lettura!

mercoledì 15 dicembre 2021

Bookish List

Questo periodo è stato denso di cose. Il trasloco dell'ufficio, un nuovo sport, il riavvicinamento a una persona che avevo allontanato, la presa di coscienza di me stessa e ora Natale. Ho perso un po' il contatto con la mia confort zone e ora sto riorganizzandomi facendo collimare tutte le passioni e gli impegni. Sono felice. Questo basta. A fine anno ci sono sempre poche uscite librose in particolare voglio leggere Marie Rutoski a partire dalla serie precedente, di Zerocalcare sto praticamente recuperando tutto e Carrisi sarà il mio obiettivo 2022.
 
La bugia di mezzanotte - Forgotten Gods #1
Marie Rutkoski (Sofia Castiglioni Reich)
Fantasy
- Mondadori - 30 novembre 2021
 p. 576 - € 18,00 - € 9,99
 
Nel mondo in cui vive Nirrim il crimine dilaga, nonostante la durezza con cui viene punito, e i piaceri non esistono. O meglio, sono riservati all'Alta Stirpe. Per le persone di basso rango, gli abitanti del Rione, come Nirrim, la vita è solo cupezza e castigo, è vietato anche soltanto assaggiare dolci o indossare abiti colorati. Due sono le scelte possibili: seguire le regole oppure pagare pegno e sopportare le conseguenze. E così Nirrim ha imparato presto a tenere la testa china, e a nascondere il pericoloso segreto che custodisce. Fino al giorno in cui non incontra Sid, che giunge da lontano, le racconta che l'Alta Stirpe possiede una magia, e la sprona a conquistare quello stesso potere per sé. Ma per farlo, Nirrim deve abbandonare la sua vecchia vita e riporre tutta la sua fiducia in una persona sconosciuta che sembra chiedere, più di tutto, di non darle fiducia. Un fantasy epico e romantico assieme che ci mostra come liberarci dalle bugie che ci raccontano gli altri, e da quelle che raccontiamo a noi stessi.
 
🌺🌺🌺
 
Niente di nuovo sul fronte di Rebibbia - Zerocalcare
Graphic Novel - Bao Publishing - 29 novembre 2021
 p. 224 - € 18,00 - 8,99
 
Dalla condizione dei carcerati di Rebibbia durante la prima ondata della pandemia all'importanza della sanità territoriale, da una disamina approfondita sul fenomeno della cancel culture alla condizione degli ezidi in Iraq, questa raccolta di storie di Zerocalcare è tra le più "serie" della sua carriera, ed è impreziosita da una storia inedita di quasi cento pagine, sull'ultimo anno della sua vita, quando si stava occupando della sua prima serie animata, "Strappare lungo i bordi" (disponibile dal 17 novembre su Netflix in tutto il mondo). Un libro importante, solo apparentemente fatto di storie disgiunte, che raccontano mirabilmente gli ultimi due anni dal punto di vista del fumettista di Rebibbia.
 
 
 
 
 
 🌺🌺🌺

La casa senza ricordi - Donato Carrisi
Thriller - Longanesi - 29 novembre 2021
 p. 400 - € 22,00 - € 11,99
 
Un bambino senza memoria viene ritrovato in un bosco della Valle dell’Inferno, quando tutti ormai avevano perso le speranze. Nico ha dodici anni e sembra stare bene: qualcuno l’ha nutrito, l’ha vestito, si è preso cura di lui. Ma è impossibile capire chi sia stato, perché Nico non parla. La sua coscienza è una casa buia e in apparenza inviolabile. L’unico in grado di risvegliarlo è l’addormentatore di bambini. Pietro Gerber, il miglior ipnotista di Firenze, viene chiamato a esplorare la mente di Nico, per scoprire quale sia la sua storia. E per quanto sembri impossibile, Gerber ce la fa. Riesce a individuare un innesco – un gesto, una combinazione di parole – che fa scattare qualcosa dentro Nico. Ma quando la voce del bambino inizia a raccontare una storia, Pietro Gerber comprende di aver spalancato le porte di una stanza dimenticata. L’ipnotista capisce di non aver molto tempo per salvare Nico, e presto si trova intrappolato in una selva di illusioni e inganni. Perché la voce sotto ipnosi è quella del bambino. Ma la storia che racconta non appartiene a lui.



Buona lettura!

venerdì 26 novembre 2021

Recensione Assedio e Tempesta di Leigh Bardugo - The Shadow and Bone Trilogy #2

Dopo quasi un mese ho finito Assedio e Tempesta, secondo libro della serie dei Grisha di Leigh Bardugo, seguito di Tenebre e Ossa. Dopo il fermento suscitato dal primo libro devo dire che questa storia mi ha un po’ annoiato.

"Non sarà sempre così" dissi a me stessa. "Più tempo passerai da libera, più diventerà facile." Un giorno mi sarei svegliata da un sonno senza incubi, avrei camminato per strada senza timore. Fino a quel momento, mi tenevo stretta il mio pugnale sottile, desiderando sentire il peso sicuro dell'acciaio Grisha nella mano. Ricercata per tutto il Mare Vero, perseguitata dal senso di colpa per le vite spezzate a causa sua nella Faglia d'Ombra, Alina, la potente Evocaluce, sta cercando di ricostruirsi una vita con Mal in una terra dove nessuno è a conoscenza della sua vera identità. Tuttavia, questo dovrebbe averlo imparato, non si può sfuggire al proprio passato. Né, soprattutto, ci si può sottrarre per sempre al proprio destino. L'Oscuro infatti, che non solo è sopravvissuto alla Faglia d'Ombra ma ha acquisito anche un terrificante nuovo potere, è più determinato che mai a reclamare per sé il controllo della Grisha ribelle e a usarla per impossessarsi del trono di Ravka. Non sapendo a chi altri rivolgersi, Alina accetta l'aiuto di un alleato imprevedibile. Insieme a lui e a Mal combatterà per difendere il suo paese che, in balia della Faglia d'Ombra, di un re debole e di tiranni rapaci, sta andando rapidamente in pezzi. Per riuscirci, però, l'Evocaluce dovrà scegliere tra l'esercizio del potere e l'amore che pensava sarebbe stato sempre il suo porto sicuro. Solo lei infatti può affrontare l'imminente tempesta che sta per abbattersi su Ravka e nessuna vittoria può essere guadagnata senza sacrificio. Finché l'Oscuro vivrà – questo Alina lo sa bene – non esisterà libertà per il suo paese. Né per lei. Forse, dopo tanti tentennamenti, è infine giunto il momento di smettere di scappare e di avere paura. Costi quel che costi.

Assedio e Tempesta - Leigh Bardugo (Roberta Verde)
The Shadow and Bone Trilogy #2 - Grishaverse #2
Fantasy - Mondadori - 19 gennaio 2021
p. 300 - €18,90 - €9,99
 
Tenebre e Ossa è stato un libro incredibile, avventura, magia e cattiveria concentrati in una storia che mi ha coinvolto talmente tanto da farmelo divorare. Prevedevo sicuramente un calo di aspettativa in questo secondo libro in quanto intermedio ma non pensavo fosse così noioso.

Riassumendo Alina e Mal sono orfani e vengono arruolati nel secondo esercito del re, una come mappatrice e l’altro come tracciatore. Viene fuori che Alina è in realtà una Grisha Evocaluce unica nel suo genere, il contrapposto dell’Oscuro che sta a capo del primo esercito composto appunto da Grisha dotati di poteri vari.

L’Oscuro si comporta da sadico e il suo malvagio piano viene fermato da Alina e Mal che scappano. Ebbene il secondo libro parte da qui e inizialmente, quando mi aspettavo che tutto il libro sarebbe stato un’epopea di loro che fuggono dalle grinfie dell’Oscuro, ecco che invece al capitolo due lui li ha già beccati.

Diciamo che questa prima parte mi ha sorpreso, mi è piaciuto l’ambientazione piratesca e il colpo di scena. Ma poi è stata una lenta agonia fino alla fine dove un pochino c’è stata azione. Nella parte centrale non succede niente se non parole, racconti di giornate inutili, Mal e Alina che si allontanano e fanno cavolate che boh non mi so spiegare. Parlate santo cielo! La comunicazione è alla base dei rapporti!

Ad ogni modo sono felice di aver superato questo scoglio e spero che l’ultimo libro della trilogia ritorni al primo splendore che oramai sono curiosa di sapere se finirà o meno questa battaglia tra luce e ombra. La storia resta interessante ma sicuramente le mie aspettative si sono abbassate.

Per adesso continuo a consigliarne la lettura perché tutto sommato è un libro necessario alla conclusione della serie. Io resto però in attesa di una svolta e soprattutto la cosa che più mi sconvolge è che non sono riuscita a capire se sono pro Mal o Oscuro, in realtà mi piacciono entrambi. Chi invece trovo ghiacciolo è proprio Alina la seria. Speriamo si sblocchi un minimo e ci regali un terzo romanzo con i fiocchi.


Buona lettura!

mercoledì 24 novembre 2021

Recensione Il circo della notte di Erin Morgenstern

Oggi voglio parlarvi di uno dei libri più particolari poetici e magici che potrete mai leggere. Il circo della notte di Erin Morgenstern.

Il circo apre al crepuscolo e chiude all’aurora. Inaugurato nella Londra vittoriana di fine Ottocento, gira per tutto il mondo, con un seguito di sognatori conquistati per sempre dalle sue meraviglie. Ogni notte, nei tendoni a strisce bianche e nere vengono messi in scena spettacoli sofisticati e numeri incredibili, tanto da sembrare magici. In realtà, dietro le quinte del circo è in corso un duello di veri incantesimi, di cui solo pochi sono a conoscenza. Celia e Marco sono due giovani maghi addestrati fin dall’infanzia a combattere l’uno contro l’altra dai loro rispettivi mentori, due misteriosi esperti dell’occulto, rivali fin dalla notte dei tempi. Mentre l’illusionista Celia incanta tutte le notti il pubblico nel suo tendone, il discreto Marco, ingaggiato come assistente dal proprietario del circo, controbatte creando attrazioni sempre più elaborate e potenti. Nessuno ha messo in conto, però, l’amore che quasi inevitabilmente sboccia tra i due; un sentimento così profondo e prodigioso che scatena pericolose scintille a ogni sguardo rubato e che travolge un’intera sala non appena le loro dita si sfiorano. Ma la sfida tra Celia e Marco non può durare in eterno e solo uno di loro ne dovrà essere il vincitore. Gli anni passano, il circo diventa sempre più celebre ma il destino di tutti coloro che hanno contribuito a rendere possibile questo meraviglioso luogo è in bilico, proprio come gli acrobati che volteggiano ogni notte nei tendoni.
 
Il circo della notte - Erin Morgenstern (Marinella Magrì)
Fantasy - Fazi - 15 luglio 2021 - p. 474 - € 9,99 - € 15,00
 
Il circo della notte non è un romanzo normale. Parla di magia sì ma a livelli onirici, irreali e quasi come se fosse un sogno. La storia ha una trama originale e ha una durata molto lunga nel tempo. Attraverso cambi di scenario e flashback ci ritroviamo a seguire un duello magico. I due partecipanti sono due ragazzi scelti dai rispettivi mentori per portare avanti una battaglia dalla durata potenzialmente infinita. Infatti, la regola è che non ci sono regole e tutto è permesso.

Per far sì che i due sfidanti diano libero sfogo alle loro magie viene creato un circo notturno, che appare e scompare senza lasciare tracce, spostandosi nel territorio e popolandosi solo di notte. Il circo e la sua rappresentazione sono qualcosa di incredibile, l’autrice lo ha descritto così bene da far sembrare al lettore di esserci realmente stato.

Probabilmente è proprio questa ambientazione mistica e misteriosa che ha fatto si che il libro risultasse qualcosa di meraviglioso da leggere. I personaggi non sono troppo caratterizzati e nemmeno le varie storie che si intrecciano ma io credo che sia fatto apposta perché il protagonista assoluto di questo libro è il circo stesso. Le varie attrazioni nascoste dentro le tende, i vari artisti che si esibiscono, le cene svolte per la preparazione dell’uscita definitiva del circo, l’orologio creato ad hoc per l’occasione, sono queste scene le parti fondamentali che caratterizzano il circo della notte.

È un libro anomalo. È una storia semplice condita da talmente tante cose che lasciano a bocca aperta da distrarre il lettore a tal punto da pensare solo di arrotolarsi una sciarpa rossa e seguire il circo come una groupie segue una rock band.

Ti avvolge come un sogno lasciandoti addosso una vivida sensazione di aver fatto parte anche tu del famoso circo della notte. Non per tutti i gusti ma sicuramente apprezzabile dai lettori più poetici.


Buona lettura!

lunedì 22 novembre 2021

Bookish List

Non è lunedì se non si parla delle ultime uscite. Questa volta mi sono segnata un'antologia horror sui fantasmi edita da Neri Pozza, la ristampa con copertina stupenda di Aristotele e Dante scoprono i segreti dell'universo  che voglio leggere da almeno dieci anni, Le vie dei santi di Leigh Bardugo o meglio la Istorii Sankt'ya, il  libro dei santi che Alina protagonista di Tenebre e Ossa si porta dietro e infine il nuovo romanzo di Susanna Clake autrice di Piranesi che questa volta arriva con un romanzo che dalla trama mi ha ricordato Il circo della notte. Chissà se sarà altrettanto magico...
 
Natale con i fantasmi - AA VV (Simona Fefé)

Antologie Horror
- Neri Pozza - 11 novembre 2021
 p. 240 - € 18,00 - € 9,99
 
In questa spettrale raccolta di racconti, otto autori di bestseller creano l’atmosfera perfetta per la stagione natalizia con una serie di storie di fantasmi che incantano. Quando le giornate si accorciano e i crepuscoli si fanno lividi, è il momento di raggomitolarsi sul divano, accendere le candele e lasciarsi conquistare da un racconto spettrale. Rese popolari da artisti del calibro di Charles Dickens, Wilkie Collins e Henry James, le storie di fantasmi sono ricorrenti nella letteratura fin dall’antichità e sono tradizionalmente legate alle feste natalizie. In questa raccolta alcuni dei più grandi scrittori contemporanei – tutti maestri del terrore – riportano in vita questa antica tradizione con una serie di racconti che fanno venire i brividi. C’è un uomo ossessionato dal gioco degli scacchi che decide di prendere in affitto una singolare casa bianca e nera, con un sobrio giardino all’italiana in cui, disposti su due file, vi sono alberi potati in forme elaborate e familiari: torri, cavalli, alfieri, re e regine, con davanti i lunghi ranghi dei pedoni. Ma, se di giorno quel luogo è pervaso da una pacata quiete, di notte si trasforma nel più spaventoso degli incubi. Una donna in fuga da un marito violento sceglie, come rifugio per sé e suo figlio, la vecchia dimora di famiglia. Dovrebbe sentirsi protetta, tra quelle mura, ma fin dalla prima notte appare chiaro che qualcun altro abita quelle stanze polverose. Il giovane Walter Pemble, fotografo commemorativo di prim’ordine, si presenta nella residenza dei coniugi Wilt per il ritratto della defunta Lily, unica figlia di Rumold e Guinevere Wilt. La casa è sprofondata nel lutto, gli specchi oscurati, gli orologi fermi e le persiane alle finestre chiuse con il batacchio trattenuto con del crespo. Solo Lily Wilt, adagiata nel suo feretro, appare più viva che mai. La giovane Catherine Elizabeth Mary Blake, fresca sposa e signora di Blake Manor, nella campagna dello Shropshire, viene messa al corrente di una storia agghiacciante accaduta a pochi passi dalla sua tenuta. Una storia tanto torbida da lasciarle addosso un segno indelebile. Dalle penne di Bridget Collins, Imogen Hermes Gowar, Kiran Millwood Hargrave, Andrew Michael Hurley, Jess Kidd, Elizabeth Macneal, Natasha Pulley e Laura Purcell, otto racconti pervasi dal sinistro e dal macabro da leggere tutti d’un fiato. Magari con la luce accesa.
 
🌺🌺🌺
 
Aristotele e Dante scoprono i segreti dell'universo - Aristotle and Dante #1
Benjamin Alire Sáenz (Marta Maria Casetti)
Young Adult - Mondadori - 16 novembre 2021
 p. 360 - € 19,00 - € 9,99
 
Aristotele Mendoza e Dante Quintana vivono a El Paso, sono entrambi figli di famiglie emigrate dal Messico. A parte questo, non potrebbero essere più diversi: introverso e solitario il primo, espansivo e solare il secondo. Quando il caso li fa incontrare, però, nonostante i caratteri opposti, capiscono subito di stare bene insieme e tra i due nasce un’amicizia fortissima. Destinata a trasformarsi in un sentimento ancora più forte.
 
 
 🌺🌺🌺

Le vite dei santi . Grishaverse - Leigh Bardugo (Roberta Verde)
Fantasy - Mondadori - 16 novembre 2021
 p. 128 - € 18,90 - € 9,99
 
Direttamente dalle mani di Alina Starkov alle vostre, la riproduzione fedele della Istorii Sankt'ya , per permettervi di entrare nelle pieghe più profonde dell'amatissimo universo creato da Leigh Bardugo. Una raccolta di storie che raccontano le vite, i martirii e i miracoli dei Santi a voi più familiari, come Sankta Lizabeta delle Rose o Sankt Ilya in Catene, ma anche le vicende più strane e meno conosciute, come quelle di Sankta Ursula, Sankta Maradi e del Santo senza Stelle. Una collezione resa ancora più preziosa dalle tavole a colori che accompagnano ogni storia.

🌺🌺🌺
 
Jonathan Strange & il Signor Norrell - Susanna Clarke (Paola Merla)
Fantasy - Fazi - 17 novembre 2021
 p. 900 - € 17,10 - € 9,99
 
In una Londra alle prese con una difficile guerra, due uomini stanno per cambiare la storia con i loro potenti incantesimi. Nel bel mezzo delle guerre napoleoniche, la maggior parte degli accademici crede che la magia sia ormai completamente scomparsa in Inghilterra. Tutto cambia quando il timido erudito signor Norrell rivela pubblicamente le sue abilità di mago, dando vita a un’ondata di entusiasmo che dilaga per tutto il paese e lo trasporta fino ai salotti dell’alta società di Londra, dove mette i suoi poteri al servizio dei politici e scende a patti con un gentiluomo proveniente da un regno fatato. Un altro mago emerge allora sulla scena: è il giovane e audace Jonathan Strange, che prima diventa il discepolo del signor Norrell e poi ne mette in discussione tutte le teorie, attirato com’è dalle forme più pericolose e oscure della magia. Nel corso degli anni, la battaglia fra i due maghi si fa più accesa di quella dell’Inghilterra contro Napoleone, finché le loro ossessioni e ambizioni segrete non metteranno a rischio la vita di molte persone e cambieranno per sempre la storia della magia inglese.



Buona lettura!

venerdì 19 novembre 2021

Recensione La verità è che non sei distante abbastanza di Chiara Parenti

La quarantena è stata un’esperienza molto forte. C’è chi l’ha vissuta malissimo chi invece si è adattato e ha trovato spunti nuovi di crescita personale. Chi come me ha avuto un figlio e si è dedicata interamente a lui. Chiara Parenti nel suo stile brioso ma serio che la contraddistingue ci regala una storia in cui ritrovarsi e crescere anche in un periodo storico così difficile. Ringrazio Chiara non solo per la copia digitale ma anche per aver raccontato in maniera così veritiera un periodo buio e averci dato speranza.♥

Un’ipocondriaca costretta in casa con l’ex fidanzato durante una pandemia globale. Riuscirà a sopravvivere al lockdown? Marzo 2020. Elena Tonelli è furiosa. L’Italia è in lockdown e lei è rimasta bloccata a Reggio Emilia in un appartamento che odia insieme a Lorenzo, l’ex fidanzato fedifrago che l’ha tradita e dal quale vorrebbe stare a molto più di un metro di distanza. Pasti separati, letti separati, spesa separata. Le regole della prigionia sono chiare ma, anche così, le battaglie sono all’ordine del giorno. Ipocondriaca nel mezzo di una pandemia globale, Elena trascorre le giornate a disinfettare qualsiasi tipo di superficie, dalle 3564 fughe dei pavimenti di casa alle zampe del cane. Lorenzo invece è molto più rilassato su questo punto: entra ed esce di casa ogni giorno con disinvoltura, senza mai dire dove vada, cosa che manda Elena fuori di testa. Per fortuna ci sono le amiche Rebecca, Asia e Giulia che, anche se lontane, le fanno sentire la propria vicinanza tra messaggi e videochiamate. Ma a riempire di colore le giornate grigie di Elena è Alessandro, un affascinante giovane imprenditore che aveva conosciuto qualche mese prima e che sembra intenzionato a volere molto di più che chattare con lei. Tutto cambia la sera del 18 marzo, quando alla tv passano le immagini dei mezzi dell’esercito che trasportano le bare via da Bergamo: per la prima volta, Elena e Lorenzo si rendono conto della gravità di quello che sta succedendo fuori dal loro appartamento, e allora anche la lite sulla tavoletta del wc rimasta alzata perde di significato. Inaspettatamente ricominciano a parlare e in casa inizia il cessate il fuoco. Sarà solo una tregua provvisoria o, intrappolati insieme, riusciranno anche a riscoprire quello che li univa prima? E Alessandro cosa farà? Resterà a guardare?
 
La verità è che non sei distante abbastanza - Chiara Parenti 
Romance - autopubblicato - 10 agosto 2020 - p. 181- € 2,99
 
La storia è ambientata in pandemia durante il lockdown. Una coppia che è scoppiata causa tradimento si ritrova bloccata nella stessa casa. Quindi Elena la protagonista non solo si trova ad affrontare il covid ma pure con l’ex bloccato in casa. Ebbene siccome al peggio non c’è mai fine e se ci si mette pure il lavoro? Elena va in pezzi. Ma l’autrice ci dimostra che per risalire alla grande bisogna prima toccare il fondo.

Attraverso la storia di questa ragazza sfortunata e ipocondriaca viviamo tutte le insicurezze del periodo ma anche quelle che abbiamo dentro. Elena da voce ai nostri problemi, ai pianti, alla rabbia ma anche alla speranza e alla gioia. È facile rivedersi in lei, empatizzare non solo nelle disgrazie ma anche in quei barlumi di luce che prima o poi arrivano.

L’autrice è molto brava e riesce a far provare uno spettro diverso di emozioni tanto che risulta impossibile non divorare il romanzo in pochi giorni. Non ho ancora letto i primi libri di Chiara Parenti ma di suo mi sono innamorata di Per lanciarsi dalle stelle che è molto profondo e toccante. In questo libro invece l’autrice torna allo stile frizzante da chick lit dei suoi primi lavori ma ha aggiunto tutta una parte introspettiva della protagonista in cui il lettore si ritrova e la vive sulla propria pelle.

Ancora una volta questa autrice regala dei romanzi che non solo intrattengono ma coinvolgono e danno spunti di riflessione importanti. Da recuperare assolutamente.


Buona lettura!