giovedì 14 ottobre 2021

La mia esperienza con gli audiolibri - Storytel

Oggi rinuncio a un post recensione per raccontare la mia prima esperienza con gli audiolibri in particolare ho provato un mese di servizio Storytel.
 
AUGURI AMORE MIO PER QUESTI DICIANNOVE ANNI INSIEME, METÀ DELLA MIA VITA È CON TE ♥

Sono abituata ad ascoltare mentre faccio altro, è un’abitudine che ho preso col tempo, che sia musica, serie tv, film, video YouTube o Instagram, mi ritrovo sempre ad ascoltare buttando l’occhio mentre cucino, stiro, rassetto casa o stendo i panni. Ma in realtà anche mentre creo card per amici e parenti mi ritrovo spesso ad ascoltare qualcosa. Oramai sono talmente abituata a fruire i video in movimento che l’unica cosa che faccio staticamente è leggere (spesso mentre sono sui mezzi quindi comunque sempre in movimento).
Con queste premesse mi son detta perché non provare anche con gli audiolibri, magari proprio di quei libri di cui non sono sicura di volere, passatemi il termine, perdere tempo perché non sono sicura se rientrino o meno nei miei gusti o magari perché mi spaventa la prosa o la lunghezza eccessiva?
Ecco, quindi, che spulciando il catalogo Storytel ho cercato dei titoli che rientrassero in queste categorie. Da inesperta non ho dato molto peso alle caratteristiche come la durata della lettura o chi leggeva. Sono partita facendo una selezione. Premetto che molti titoli che cercavo non erano presenti nel catalogo. Ad ogni modo ho selezionato questi cinque audiolibri:

Tutti e cinque li trovate già recensiti sul blog. Hanno durata diversa e voci diverse. 

Le motivazioni che mi hanno spinto ad ascoltare Anna sono state di natura pratica. Infatti, ho il libro cartaceo ma lo sta leggendo attualmente mio marito, CHE È RISAPUTO CI METTA SECOLI; quindi, ho optato per ascoltarlo in modo da vedere poi la serie omonima tratta dal romanzo. Eleanor, Kill creek e La mia prediletta sono romanzi che mi incuriosivano ma non ero sicura fossero ben congeniati. Infatti, ne avevo sentito parlare parecchio e la mia diffidenza si era fatta acuta. Mary Poppins invece lo volevo leggere da tantissimo e diciamo che non ho resistito. 

Alla fine, posso dire di aver fatto delle ottime scelte, se avessi dovuto leggerli probabilmente avrei faticato molto perché tutti tranne Anna non mi hanno convinto appieno. Il lettore di Kill creek poi mi ha fatto veramente arrivare alla fine con il latte alle ginocchia. Insopportabile sia la voce sia le pause che metteva a caso come se sospirasse per dare enfasi anche quando non serviva. La lettrice di Anna invece è stata spettacolare.

Nel complesso è stata un’esperienza più che positiva e ci sono tanti romanzi che ho nel limbo dell’indecisione se leggerli o meno. L’unica cosa che mi fa storcere il naso è il prezzo. Nel senso che pensando che con € 9,99 ho letto cinque romanzi direi che è un affarone e se si sfrutta in questo modo credo che sia un valido alleato. Ma se dovessi usarlo per ascoltare solo uno o due libri forse il prezzo non varrebbe la candela. 

Mi piacerebbe provare Audible per fare poi un paragone tra i due servizi ma credo che alla fine la differenza stia nel catalogo.

Quindi se siete lettori e avete una capacità di vita multitasking ma soprattutto avete una buona concentrazione non posso che consigliare il supporto degli audiolibri. Con Storytel mi sono trovata bene, facile l’app e facile la ricerca. Non c’è proprio tutto tutto ma tante novità interessanti sì.

Buona lettura!

3 commenti :

  1. Io non riesco, mi distraggo, ma prendo appunti col tuo post e prima o poi ritento!

    RispondiElimina
  2. Io vivo di audiolibri, sono la mia salvezza :) con Audible mi trovo benissimo e anche io ho ascoltato Mary Poppins e Eleanor Oliphant, che purtroppo non mi sono piaciuti per niente xD

    RispondiElimina