lunedì 23 settembre 2013

Recensione: Potevate anche dirmelo! di Enrica Aragona

E continuo con le recensioni della Valigia Libraria di fine estate. Oggi vi lascio con un libro molto simpatico di un'autrice emergente italiana, Enrica Aragona che ringrazio insieme alla casa editrice Sesat Edizioni, per avermi fatto sorridere e passare ore spensierate in compagnia della protagonista Elena.

Titolo: Potevate anche dirmelo
Autrice: Enrica Aragona
Casa Editrice:
Sesat Edizioni
Pagine: 138
Ebook: 1,99
Pubblicazione:12 febbraio 2013

Elena ha trent’anni, soffre di sindrome premestruale, non è mai stata da un’estetista, non ama i pettegolezzi, porta solo scarpe basse e rivendica fermamente la propria autonomia e indipendenza. Reduce da una lunga relazione con l’amebico Paolo, si sente molto lontana dai cliché femminili: non ha nessuna intenzione né di sposarsi, né di avere figli e non dà importanza alla carriera, sentendosi un’aliena in una società che impone alle trentenni un’immediata realizzazione, personale e professionale. Ma il nuovo lavoro presso un’importante azienda informatica impone al suo ruvido carattere una radicale trasformazione che porterà alla nascita di una versione aggiornata di Elena, una sorta di Elena 2.0 che, seppur in contrasto con il suo vero io, le fornirà, almeno in un primo momento, il necessario equilibrio per affrontare la quotidianità dell’ufficio e gli inaspettati eventi che la travolgeranno. Mescolando sapientemente tratti di chick-lit e di parodia, Enrica Aragona dà vita alle vicende di un’antieroina dei nostri giorni con uno stile ironico, a tratti sarcastico e talvolta persino cinico plasmato dal carattere aspro della protagonista. Elena, nemesi della principessa indifesa delle fiabe, infatti, fornisce il proprio punto di vista sul mondo che la circonda cercando, a suo modo, di esorcizzare le paure di coloro che non possono più essere considerati ragazzini ma che non si sentono ancora abbastanza adulti: i trentenni, appunto.

RECENSIONE
Letto in un soffio tanto scorreva fluido. Divertente e amaro allo stesso tempo. L'autrice ha un humor nero che mi ha subito stupito. Viviamo la vita di Elena una trentenne insoddisfatta; attraverso i suoi occhi e la sua voce interiore scopriamo il passato e viviamo il presente in uno scorcio di anno ricco di avvenimenti che la porteranno a un finale per tutti i gusti, in cui Elena e l'autrice si fonderanno in un unico personaggio dai modi accigliati ma sinceri che mi hanno divertito e fatto fantasticare, anche se non si tratta di personaggi fantasy, di vampiri o qualsivoglia creatura. La scrittrice è brava, riesce nell'intento di coinvolgere il lettore raccontando la vita di questa ragazza che cerca la sua strada per avere un'esistenza serena e tranquilla. In poche pagine ci si affeziona ad Elena e ai suoi modi mascolini, al suo modo sarcastico di esprimersi e ai goffi tentativi di cambiarsi il carattere. Un libro che consiglio a chi vuole distaccarsi dalle classiche storie e vuole conoscere questa incredibile e sfortunata protagonista.

Della stessa autrice
(racconto all'interno della raccolta Nerinchiostro)



Autrice
Enrica Aragona nasce a Roma sotto il segno del Leone, infilandosi di prepotenza tra l’assassinio di Aldo Moro e l’avvento di Papa WojtyÅ‚a. Perfezionista, purista, integralista e pure un po’ stronza, ha al suo attivo la pubblicazione di un romanzo erotico e una sfilza pressoché infinita di partecipazioni in antologie di tutti i generi. Romanista a tempo pieno, editor a tempo perso, sociopatica per natura e spocchiosa quanto basta, detesta la maggior parte delle persone essendone felicemente ricambiata.


Buona lettura!

1 commento :