mercoledì 28 febbraio 2018

Recensione: Tutta colpa della neve (e anche un po' di New York) di Virginia Bramati

Buon pomeriggio lettori! Ultimo giorno di febbraio e il bimbetto della Jem ancora latita. Si vede che con questo freddo preferisce stare al calduccio!XD In compenso noi non vediamo l'ora di vedere il suo musino...♥ Passando a cose da lettori, sul filo del rasoio pubblico l'ultima recensione del mese. Questo febbraio mi ha trovata un po' imprigrita infatti sono in ritardo con mille post, tipo quello delle serie tv e il book haul, per cui il recap arriverà più in là. Oggi invece vi propongo un libro romantico e brioso, adatto proprio a questo tempo nevoso e freddo. Tutta colpa della neve è il primo romanzo scritto da Virginia Bramati che avevo già conosciuto con Meno cinque alla felicità che avevo adorato. Ora vediamo cosa mi ha lasciato il quasi avvocato Annalisa Molinari....

Titolo: Tutta colpa della neve! (e anche un po' di New York)
Autrice: Virginia Bramati

Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 260
Ebook: 4,99
Cartaceo: 10,00
Pubblicazione: 17 marzo 2015

Annalisa Molinari (Sassi per gli amici) ha 26 anni è laureata in giurisprudenza, abita e lavora a Milano dove condivide un appartamento in via Plinio con Alessandra e Francesco. Intelligente, ironica e sincera fino all’autolesionismo, spesso si trova a fare cose imbarazzanti che la portano a ripensare a cadenza regolare alle figuracce che colleziona soprattutto se ad osservarla è il giovane e scostante figlio del fondatore dello studio chiamato ora a sostituire il padre. Ma l’avvocato Annalisa Molinari non è solo questo, a cominciare dal fatto che non si chiama Molinari o meglio non si è sempre chiamata così. C’è qualcosa nel suo passato: uno scandalo finanziario che ha sconvolto la vita della sua famiglia e che la porta a frugare nell’archivio dello studio alla ricerca dei file riguardanti un vecchio processo, in cerca di giustizia.

RECENSIONE
Ho un'amica che fa l'avvocato. Spesso ci delizia con dei racconti deliranti dello studio presso cui lavora. Per cui nel momento in cui ho conosciuto Annalisa Sassi Molinari, non ho potuto fare a meno di paragonare le sue disavventure a quelle della mia amica. Partiamo dal presupposto che è un romanzo rosa e a lieto fine aggiungerei (non per fare spoiler ma è davvero scontato!). La protagonista vuole diventare magistrato e per farlo c'è tutta una scaletta da seguire, tra cui entrare in uno studio legale e fare praticantato. Riesce a farsi assumere nel più rinomanto studio di Milano e da li iniziano le sue dis-avventure. E' goffa un po' come tutti quando ci si trova in una situazione nuova. Certo alcune cose se le crea da sola (tipo assaggiare la neve il primo giorno di lavoro sul terrazzo dell'ufficio) però in linea di massima è ciò che mi aspettavo da un libro di questo genere. Amo Bridget Jones, amo la Kinsella quindi è esattamente un libro che rispecchia i miei canoni. Annalisa però è determinata a scoprire una certa verità sul suo passato e non spreca tempo in chiacchiere agisce, forse un po' troppo di impulso, ma altrimenti che romanzo sarebbe? L'ho trovata molto simpatica e in alcuni momenti mi ci sono rispecchiata parecchio. I momenti con la madre e con l'amico che le ha fatto da padre in quel di Verate, la città che l'autrice utilizza spesso nei suoi libri, sono stati molto dolci. Nonostante la storia d'amore sia scontata mi ha comunque permesso di sognare, il rapporto tra i due protagonisti che da freddo è passato a bollente, i malintesi non troppo esagerati e il mini mistero inserito all'interno mi hanno coinvolta e divertita. Gli amici di Annalisa li ho trovati perfetti in ogni loro parte e magari prima o poi l'autrice ci regalerà qualche spin-off. Un perfetto mix, inserito in un contesto invernale con due città che amo moltissimo Milano e New York. Non potevo chiedere altro a questa storia che mi ha tenuto compagnia proprio nei giorni più freddi di questo inverno. Trovo che l'autrice sia promettente e regali proprio ciò di cui uno ha bisogno sfogliando un suo romanzo, una storia d'amore non tragediata (come invece si usa spesso ultimamente) e a tratti anche divertente.

Buona lettura!

martedì 27 febbraio 2018

Recensione: Harry Potter e il prigioniero di Azkaban di JK Rowling - Harry Potter #3

E anche il terzo romanzo della serie Harry Potter si può dire concluso. Questa volta ci sono stati parecchi colpi di scena e il grado di attenzione è sempre stato molto alto. La mia avventura prosegue e mi rendo conto di essermi affezionata al maghetto e alla sua combriccola di amici.

Titolo: Harry Potter e il prigioniero di Azkaban
Serie: Harry Potter #3
Autrice: JK Rowling
Traduzione: Beatrice Masini
Casa Editrice: Salani Editore
Pagine: 391
Ebook: 8,99
Cartaceo: 15,00
Pubblicazione: 17 ottobre 2013

Tra colpi di scena, mappe stregate e ippogrifi scontrosi, zie volanti e libri che mordono, Harry Potter conduce il lettore nel terzo capitolo delle sue avventure. Harry, giovane studente della prestigiosa Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, è questa volta alle prese con un famigerato assassino che, evaso dalla terribile prigione di Azkaban, gli sta dando la caccia per ucciderlo. Forse questa volta nemmeno la scuola di magia, nemmeno gli amici più cari potranno aiutarlo, almeno fino a quando si nasconderà tra di loro un traditore...

RECENSIONE
Voglio iniziare questa recensione parlando dei personaggi che più detesto. La famiglia Dursley in toto. Non riesco a capire il disprezzo che provano per questo povero ragazzo orfano. Non capisco come la zia possa permettere al marito di parlare male della sorella defunta. Non so nemmeno come faccia Harry a resistere a tutto questo. Piton. Dopo tre libri non riesce a starmi simpatico e la scenetta che ha avuto luogo in questo terzo romanzo e di come lui piagnucolasse davanti a Silente e Fudge, ministro della magia, non ha fatto altro che aumentarne l'antipatia. Brevemente inizia il nuovo anno scolastico per Harry Potter e i suoi amici a Hogwarts. Siamo al terzo e quindi vengono introdotte nuove materie tra cui divinazione, in sostanza guida all'uso della palla di cristallo e alla lettura dei fondi del té. Abbiamo anche un nuovo insegnante di arti oscure, che non sarà Piton nemmeno quest'anno. Rispetto ai due precedenti (il primo seguace di Voldemort e il secondo completo inetto) il nuovo professore, Lupin, è valido e gli ha insegnato molti trucchetti e utili magie per catturare le diverse creature magiche e oscure. Ma cosa potrebbe accadere per complicare un anno che si prospettava tranquillo? Sirius Black, un pericoloso criminale mago è fuggito dalla prigione impenetrabile di Azkaban e ora è inseguito dai suoi carcerieri, i dissennatori; spettri simili alla morte che pare prosciughino di qualsiasi pensiero positivo e gioioso chiunque gli stia intorno. Una roba da mandarti al manicomio direi. Ovviamente tra tutta Hogwarts chi sviene in preda a terribili incubi ogni volta che se li ritrova vicino? Ma il nostro eroe Harry Potter, con una certa ilarità da parte del perfido (e stupido) Malfoy. Scopriamo quindi nuove parti del passato di Harry, i rapporti tra i tre amici si solidificano ancora di più e Silente si rivela ancora una volta al di sopra di ogni cosa. Questo romanzo al pari dei precedenti mi è piaciuto molto, mi ha tenuto col fiato sospeso fino alla fine e mi ha stupito con una serie di rivelazioni al limite dello shock. Hermione svelerà un suo segreto che avevo completamente rimosso dalla visione del film e per cui sono rimasta piacevolmente sorpresa. E Ron...beh è sempre Ron, leale e coraggioso e nonostante i suoi tentennamenti c'è sempre per i suoi amici. In conclusione trovo ancora positiva l'esperienza Harry Potter. Nonostante non l'abbia letto in età adolescenziale sto apprezzando ogni sua parte e ogni messaggio positivo presente nei romanzi mi fa capire sempre più perché Harry e la sua storia abbia avuto questo successo esponenziale. Non resta che proseguire e riprendere il treno per Hogwarts, il quarto anno ci aspetta!

Buona lettura!

Anteprima: La ragazza di stelle e inchiostro, La quinta Sally, RoseBlood, Storie della Buonanotte per bambine ribelli 2 e Nowhere Girls

Buongiorno lettori, ultima carrellata di uscite per questo breve mese. Mi è proprio volato e ora ci aspetta un lungo Marzo prima di vedere finalmente uno sprazzo di primavera. Ma in fondo è bello crogiolarsi con un bel libro, sotto un plaid felpato e bere una buona tazza di qualcosa di caldo. La primavera porterà altre belle cose per cui godiamoci questo ultimo mese invernale. La ragazza di stelle e inchiostro di Kiran Millwood Hargrave è un romanzo fantasy che mi ha incuriosito fin dalla stravagante copertina. Mi chiedo cosa nasconderà al suo interno! La quinta Sally di Daniel Keyes è uno di quei thriller psicologici che mi intrippano fin dalla trama. Mi ricorda un po' Il college delle brave ragazze di Ruth Newman che ho adorato. RoseBlood di AG Howard come si fa a non desiderarlo nella propria libreria? Il retelling del fantasma dell'opera dovrà essere mio. Esce anche il secondo libro delle Storie della Buonanotte per bambine ribelli di Francesca Cavallo e Elena Favilli, che penso acquisterò per la mia sorellina visto che possiede già il primo. E infine Nowhere Girls di Amy Reed, adolescenti, problemi e riscossa. Il potere di essere unite e insieme per risolvere ogni situazione. E voi cari colleghi cosa prediligete questo mese?

Titolo: La ragazza di stelle e inchiostro
Autrice:  Kiran Millwood Hargrave
Traduzione:  Egle Costantino
Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 211
Ebook: 8,99
Cartaceo: 17,00
Pubblicazione: 20 febbraio 2018

Cosa c'è oltre la foresta? Chi abita i Territori Dimenticati? Isabella, figlia del cartografo che ha mappato la misteriosa isola di Joya fin dove lo spietato governatore Adori permette di esplorarla, sogna di poter disegnare su una cartina la risposta a queste domande. Così quando Lupe, la sua migliore amica nonché figlia del governatore, sparisce proprio in quei territori, è Isabella a guidare la spedizione di ricerca. Le mappe di famiglia la guidano attraverso villaggi deserti, nere foreste e fiumi prosciugati, e le stelle che suo padre le ha insegnato a osservare la accompagnano dall'alto. Ma il vero pericolo del suo viaggio appare presto chiaro: nelle viscere bollenti della terra Yote, un demone di fuoco, si sta risvegliando...

Titolo: La quinta Sally
Autore:  Daniel Keyes
Traduzione:  Valentina Zaffagnini
Casa Editrice: Nord
Pagine: 358
Ebook: 9,99
Cartaceo: 16,90
Pubblicazione: 22 febbraio 2018

Sally Porter apre gli occhi in un letto d'ospedale. Non ha nessun ricordo della sera precedente, né di come sia finita lì. Di una cosa però è certa: non è possibile che abbia tentato il suicidio, come le hanno riferito i medici, né che abbia quasi ucciso i due uomini che l'hanno salvata, per poi cercare di violentarla. Eppure i medici non mentono, ed è così che Sally scopre di soffrire di un grave disturbo dissociativo dell'identità. Infatti era Nola, l'artista che possiede uno studio al Greenwich Village, che voleva morire, ed è stata Jinx, la violenta assassina, a difendersi dagli aggressori. Tuttavia in Sally albergano altre due personalità, che prendono di volta in volta il sopravvento e la spingono a comportarsi in maniera bizzarra: Derry, la cameriera gentile e affabile con tutti, e Bella, la seduttrice. Sconvolta da quella rivelazione, Sally chiede aiuto al dottor Roger Ash, un esperto di personalità multipla. Per il dottor Ash, l'unica soluzione è fondere le diverse personalità per dare vita alla «quinta Sally», una Sally fnalmente unita e completa. Si tratta di un procedimento complesso e doloroso, in cui Sally dovrà rivivere i traumi che hanno causato la scissione e accettarli come parte integrante del suo passato. Ma non sarà facile nemmeno per Roger Ash, perché le ombre nascoste nel labirinto della psiche di quella donna così tormentata ed enigmatica lo costringeranno ad affrontare anche i suoi demoni...

La quinta Sally
Una stanza piena di gente
Fiori per Algernon

Titolo: RoseBlood
Autrice: AG Howard
Casa Editrice: Newton Compton
Pagine: 416
Ebook: 4,99
Cartaceo: 12,90
Pubblicazione: 22 febbraio 2018

Rune Germaine ha una splendida voce, paragonabile a quella di un angelo, ma è afflitta da una terribile maledizione: quando si esibisce, infatti, si sente malata e stanca, come se la bellezza del suo canto le rubasse ogni volta un po’ di vita. Sua madre, nel tentativo di aiutarla, decide di iscriverla a un conservatorio poco fuori Parigi, convinta che l’arte potrà curare la strana spossatezza di Rune. Poco dopo il suo arrivo nel collegio di RoseBlood, la ragazza si rende conto che c’è qualcosa di soprannaturale nell’aria. Il misterioso ragazzo che vede spesso in cortile, infatti, non frequenta nessuna delle classi a scuola e scompare rapidamente come è apparso, non appena Rune distoglie lo sguardo. Non ci vuole molto perché tra i due nasca un’amicizia segreta. Thor, è questo il nome del ragazzo, indossa abiti che sembrano provenire da un altro secolo e in sua presenza Rune si sente meglio, quasi cominciasse davvero a guarire. Ma tra i corridoi di RoseBlood c’è una terribile minaccia in agguato, e l’amore tra Rune e Thor, che sta sbocciando, verrà messo a dura prova. Dalla scelta di Thor, infatti, potrebbe dipendere la salvezza di Rune o la sua completa distruzione.


Titolo: Storie della Buonanotte per bambine ribelli 2
Autrici: Francesca Cavallo e Elena Favilli
Casa Editrice: Mondadori
Pagine: 224
Ebook: X
Cartaceo: 19,00
Pubblicazione: 27 febbraio 2018

https://www.goodreads.com/book/show/34446783-storie-della-buonanotte-per-bambine-ribelliC'erano una volta cento ragazze che hanno cambiato il mondo. Ora ce ne sono molte, molte di più! Con oltre un milione di copie vendute in tutto il mondo, Storie della buonanotte per bambine ribelli è diventato un movimento globale e un simbolo di libertà. Le autrici Francesca Cavallo ed Elena Favilli tornano con cento nuove, bellissime storie per ispirare le bambine - e i bambini - a sognare senza confini: Audrey Hepburn, che mangiava tulipani per sopravvivere alla fame ed è poi diventata un'inarrivabile icona di stile e una straordinaria filantropa; Bebe Vio, grintosissima campionessa di scherma malgrado una grave malattia; J.K. Rowling, che ha trasformato il fallimento in un punto di forza e ha cambiato per sempre la storia della letteratura. Poetesse, chirurghe, astronaute, giudici, acrobate, imprenditrici, vulcanologhe: cento nuove avventure, cento nuovi ritratti per ispirarci ancora e dirci che a ogni età, epoca e latitudine, vale sempre la pena di lottare per l'uguaglianza e di procedere a passo svelto verso un futuro più giusto.

Titolo: Nowhere Girls
Autrice: Amy Reed
Traduzione: Elena Papaleo
Casa Editrice: Piemme
Pagine: 372
Ebook: 6,99
Cartaceo: 17,00
Pubblicazione: 27 febbraio 2018

Chi sono le Nowhere Girls? Sono tutte le ragazze, ma per cominciare sono in tre: Grace, tenera e impacciata, è nuova in città, dove si è dovuta trasferire a causa dei pregiudizi nei confronti della madre; Rosina, lesbica e punk, sogna di diventare una rockstar, ma è costretta a lavorare nel ristorante messicano di famiglia; ed Erin, un'asperger con due fissazioni, Star Trek e la biologia marina, vorrebbe assomigliare a un androide ed essere in grado di neutralizzare le emozioni. In seguito a un episodio di stupro rimasto impunito, le tre amiche danno vita a un gruppo anonimo di ragazze per combattere il sessismo nella scuola. Le Nowhere Girls, una moltitudine di voci diverse, dovranno superare la paura e l'imbarazzo per confrontarsi con coraggiosa onestà e opporsi alle minacce di chi si sente forte e non è disposto a mettersi in discussione. Ma alla fine riusciranno in ciò che sembrava impossibile: le cose possono cambiare e tutti hanno diritto alla felicità. Senza compromessi. Senza discriminazioni.


Buona lettura!

lunedì 26 febbraio 2018

Release Day, Anteprima e Giveaway Per Sconfiggerti di Chiara Cilli - Blood Bonds #6




Buon giorno lettori! Esce oggi Per Sconfiggerti, sesto volume della serie dark contemporanea Blood Bonds, l'ultimo con protagonisti André Lamaze e Nadyia Volkov! Come sempre in questi party letterari si può vincere una copia autografata del romanzo e si può avere un assaggio attraverso estratti e booktrailer. Inoltre troverete gli altri romanzi della serie in offerta. Io come sempre sono lieta di ospitare l'autrice Chiara Cilli sul mio blog. Con lei è stato amore a prima lettura e dopo aver divorato praticamente ogni suo scritto non posso che consigliarla caldamente agli amanti del genere. Il romanzo di oggi come anticipavo è il sesto ma va a comporre una sua trilogia. Nello specifico abbiamo come protagonisti il terzo fratello Lamaze e la ginnasta Nadya Volkov, anche se a questo punto della storia definirla ginnasta è riduttivo. Questo romanzo, come i cinque precedenti fa parte del filone dark contemporaneo e quindi contiene situazioni inquietanti, scene violente e omicidi. In sostanza non è una storia d'amore a lieto fine e non è adatto a tutti. Ma per chi come la sottoscritta nasconde un animo tormentato non può non adorare questa serie ben scritta e appassionante che racconta le vicende di questi tre fratelli, antieroi, oscuri e per questo intriganti.


Titolo: Per Sconfiggerti
Serie: Blood Bonds #6
Autrice: Chiara Cilli
Casa Editrice: autopubblicato
Pagine: 230
Ebook: 2,99
Cartaceo: 9,90
Pubblicazione: 26 febbbraio 2018


Ho ucciso la donna che amo.
Ha ucciso il nostro amore.

L’ho vista diventare il mio avversario più pericoloso, e non ho fatto niente per impedirlo.
È diventato il mio nemico, e il mio cuore ha già iniziato a sanguinare.

Sta venendo per me.
Pagherà per ciò che ha fatto.

Vuoi la mia vita, piccola rossa?
Avrò il suo sangue.

Vieni a prenderla.




|| AmazonKoboiBooksGoogle Play ||



Per Addestrarti
|| AmazonKoboiBooksGoogle Play ||

Per Combatterti
|| AmazonKoboiBooksGoogle Play ||



https://www.amazon.it/gp/product/B0108DW09M/ref=as_li_tl?ie=UTF8&tag=chicilautdifa-21&camp=3414&creative=21718&linkCode=as2&creativeASIN=B0108DW09M&linkId=f6e2ec2a5526c6f9bd06cb70ca5f5b09
https://www.amazon.it/gp/product/B01910YRTE/ref=as_li_tl?ie=UTF8&tag=chicilautdifa-21&camp=3414&creative=21718&linkCode=as2&creativeASIN=B01910YRTE&linkId=204c1eaf5c77e100276694d4d0a9bd7d https://www.amazon.it/gp/product/B01JF91OII/ref=as_li_tl?ie=UTF8&tag=chicilautdifa-21&camp=3414&creative=21718&linkCode=as2&creativeASIN=B01JF91OII&linkId=fb9511bf9c94cffa8bcbafc805fc550b


«Avanti», mi esortò, lasciandosi ricadere contro la spalliera. «Chiedimelo.»
Socchiusi appena le palpebre. «Chiederti cosa?»
Lei tamburellò con le unghie di una mano sul bracciolo della sedia.
Solo una volta.
Solo per far sì che quel rumore inquietante si insinuasse nella mia mente.
«Chiedimi di risparmiarlo», disse in tono sibilante, gli occhi che danzavano come fiamme.
Serrai il pugno tanto forte da far sbiancare le nocche. Avevo sperato per lei che fosse stata saggia e avesse subito rimesso al guinzaglio la sua giovane killer, invece voleva consegnarle André.
Mai.
«Mio fratello non morirà», decretai, cupo.
La Regina fletté le dita, un muscolo pulsante all’angolo della mascella contratta. «André ha osato avvicinarsi di nuovo al mio soldato e ha deliberatamente interferito con l’incarico che le era stato assegnato.»
Mi accigliai. «Perché avrebbe dovuto fare una cosa così insulsa?»
«Perché, a quanto mi è stato riferito, la piccola Nadyia non aveva nessuna intenzione di portare a termine il lavoro.» Fece un mezzo sorriso perfido. «Credeva di poter tornare qui e diventare una sentinella.»
Ero certo che qualunque altra recluta avrebbe potuto, ma non la ragazza che era stata rovinata da mio fratello.
Non la ragazza che apparteneva a lui.
«André sapeva più che bene che, se lei fosse tornata senza aver avuto successo, l’avrei giustiziata.» La donna mi penetrò con lo sguardo. «Si è occupato del bersaglio al posto suo.»
Sgranai gli occhi, comprendendo finalmente il significato delle parole di mio fratello.
La Å arapova sollevò il mento, trionfante. «L’ha salvata da me.»
Consegnandosi a lei.
Sacrificandosi per la giovane che amava.
Ciononostante, c’era qualcosa che non tornava.
«André non è stupido», ringhiai. «Era perfettamente consapevole di dover stare alla larga da quella ragazza, per tenerla in vita. Lo aveva accettato. Aveva un nuovo obiettivo e niente, niente avrebbe potuto distrarlo. Perciò, come diavolo è possibile che le loro strade si siano incrociate?»
Neela si adombrò. «Il destino è una puttana senza cuore», mormorò, l’aria distante.
Riflettei accuratamente sulle informazioni che mi erano state fornite.
Sulla sentenza della Regina.
«La ragazza», dissi a bruciapelo. «Chi doveva assassinare?»
I suoi occhi guizzarono su di me, le sue labbra rosse si distesero malignamente. «Il figlio di Yehor Ivanov.»
L’ira mi immobilizzò. Come magma liquido, sgorgò nelle mie vene e si diffuse in tutto il corpo, bruciando e corrodendo e pressando affinché la scatenassi sulla donna che avevo di fronte.
«Tu sapevi», sibilai a denti stretti.
L’eccitazione balenò nel suo sguardo, mentre si infilava le dita sotto lo scollo a V della maglia nera di cotone e si accarezzava languidamente la clavicola.
Voleva che perdessi il controllo, voleva vedermi perderlo. Ma che fossi stato dannato, se le avessi dato quel piacere.
«Ho saputo che era legata a quella famiglia solo dopo averla acquistata e aver fatto fare ulteriori ricerche su di lei.» Sorrise, gongolante. «Ti consiglio di non soffermarti solo sull’albero genealogico della tua merce, quando te la procuri.»
Trattenendomi dall’avventarmi su di lei, la seguii con gli occhi fiammeggianti di rabbia mentre si alzava e si girava verso il mobile dietro di sé. Su di esso, insieme a un antico e pregiato pugnale su un supporto di pietra, c’erano una caraffa di bronzo e due calici della stessa fattura. La Regina versò il vino rosso nei due bicchieri, li prese e venne a porgermene uno.
«Siamo tutti legati, in un modo o nell’altro», disse con voce suadente.
La punta delle sue dita sfiorò le mie, mentre prendevo il calice, e fremetti per il disgusto e la smania di assalirla.
Lei fece un sorrisino. «Questo Marc», riprese tornando a sedersi, «era il fidanzato della mia Nadyia.» Si portò il vino alle labbra, osservandomi da sopra il bordo del bicchiere. «E André l’ha ammazzato proprio davanti a lei.»
Bevve, poi con il dito medio si asciugò una goccia vermiglia all’angolo della bocca, prima che le colasse sul mento. Il suo sguardo pareva volermi entrare dentro e consumarmi, tanto era intenso.
Letale.
«Nadyia avrà la sua vita», dichiarò solenne.
La fissai, l’espressione omicida e perspicace. «Non l’avrà», asserii. «Perché tu la fermerai.»
Neela emise una risata di gola. «Perché dovrei?»





GIVEAWAY

a Rafflecopter giveaway

AUTRICE

Nata il 24 gennaio 1991, Chiara Cilli vive a Pescara. I generi di cui scrive spaziano dal Dark Fantasy e Dark contemporaneo all’Erotic Suspense. Ama le storie d'amore intense e tragiche, con personaggi oscuri, deviati e complicati.

|| FacebookTwitterWebsiteGoodreadsAmazonPinterestInstagramGoogle+YouTubeNewsletter ||

Blood Bonds
1. Soffocami
2. Distruggimi
3. Uccidimi
4. Per Addestrarti
5. Per combatterti
6. Per sconfiggerti
7. Non toccarmi
8. Non fidarti di me
9. Non tradirmi
10. Il campione del re
11. Lunga vita al re


GLI ALTRI ROMANZI DELL'AUTRICE
La Regina degli Inferi
0.5 I cavalieri degli Inferi
1. Il risveglio del Fuoco
1.5 Assaporare il Fuoco
2. Prigionia Mortale
3. L'Ultimo Respiro
4. Deserto di Sangue


La guerra degli Dei
1. I quattro Protetti
2. L'ultima alba
3. Abbracciata dal fuoco
4. Lo scontro dei Protetti
5. Il protetto degli inferi


The MSA Trilogy
1. Sudden Storm
2. Radioactive Storm
3. Colliding Storms


La Promessa del Leone
Sei sempre stato tu


Buona lettura!