venerdì 15 dicembre 2017

Gek's Raids: EX Supereroi vs. Zombie di Peter Clines - EX-Heroes #1

Cari Followers di Vivere in un Libro, oramai è assodato, sono un lettore digital oriented: già non leggo molto (sicuramente meno della nostra Saya o di Jem, che detto tra di noi alzano da sole la media di libri letti in Italia), in più quando ho in mano un libro cartaceo sono ancora più lento.

Nonostante questo evidente deficit, amo ancora sfogliare la bella versione “fisica” di un buon libro e consapevoli di questo le mie due care compagne di viaggi letterari per il mio compleanno mi hanno fatto un graditissimo dono: la serie EX di Peter Clines edita dalla #nientepopòdimenoicchè Multiplayer Edizioni, la casa editrice per antonomasia per chi come il sottoscritto soffre di una forma acuta di nerdismo cronico (Saya ne aveva accennato già qui).

Data la piacevolissima sorpresa che questo libro mi ha riservato eccomi a recensirlo con un altro dei miei raid.

Titolo: EX Supereroi vs. Zombie
Serie: EX-Heroes #1
Autore: Peter Clines
Casa Editrice: Multiplayer Edizioni
Pagine: 320
Ebook: 7,99
Cartaceo: 14,90
Pubblicazione: 14 maggio 2014


Mighty Dragon, Stealth, Gorgon, Regenerator, Zzzap e Cerberus fanno tutti parte di un gruppo di supereroi che combatte per rendere Los Angeles una città più sicura. Improvvisamente un misterioso contagio dilaga nella metropoli seminando il terrore: milioni di persone trovano la morte, il mondo intero è sull’orlo del collasso e la Città degli Angeli si trasforma in una terra desolata in preda a una marea di zombie. L’unico luogo rimasto al sicuro è la Montagna, dove sulle rovine del sogno di Hollywood i supereroi lottano a fianco dei superstiti per proteggere l’ultimo baluardo di umanità contro i morti viventi. Gli ex-umani non sono però l’unica minaccia - gli eroi si trovano a fronteggiare una banda guidata da un nemico con una forza sovrumana e incredibili poteri che vuole conquistare la città. Per la prima volta zombie e supereroi si incontrano sullo sfondo di uno scenario apocalittico, in una lotta all'ultimo sangue dove l’unica regola per sopravvivere è distruggere il nemico.

Ex-Heroes
1. Ex Supereroi vs. Zombie
2. EX² Patrioti
3. Ex-Communication
4. Ex-Purgatory
5. Ex-Isle




“The Avengers incontra The Walking Dead”

Questa scritta campeggia sulla copertina della mia copia cartacea e da vero appassionato di supereroi e fan sfegatato di WD (il mio preferito è e rimane Daryl) mi sono avventurato in questo mondo post-apocalittico pieno di ottimismo ed entusiasmo.

Una struttura narrativa che salta di capitolo in capitolo dal presente al passato ricostruendo un pezzo alla volta la storia dei vari supereroi che narrano in prima persona la loro vita. Cambi di registro e di stile aiutano a marcare le differenze tra i vari personaggi.

Cercherò di non spoilerare nulla perché sono convinto che questo libro meriti il tempo che ci si impiega a leggerlo.


Vi dico solo che secondo me lo “slogan” in copertina è riferito più al fatto che i supereroi di Clines vivono tutti i drammi emotivi e psicologici che attraversano anche i personaggi del fumetto di Kirkman, e quindi dell’omonima serie TV, piuttosto che al mero epico scontro tra superumani ed ex-umani; questo dona al racconto uno spessore ed una profondità che difficilmente si trova in questi generi di storie.

Un crescendo di tensione accompagna lo scorrere delle pagine fino alla scoperta di un’agghiacciante verità che farà crollare alcuni miti e ne solleverà di nuovi.



*Momento “professorino”: per chi come il sottoscritto ha una propensione sfrenata per queste cose segnalo che questo libro è una fonte ricchissima di citazioni provenienti da molti fumetti, serie TV famosissime e tante piccole cicche nerdiane che strapperanno un sorriso beffardo, del tipo “io questa so da dove viene”, a molti di noi.


Non siamo di fronte a supereroi invincibili nel corpo e nella mente, super palestrati e fighissimi che non crollano mai davanti a niente e nessuno: hanno cedimenti, ripensamenti, a volte sono egoisti, ma combattono… e muoiono come ogni altro superstite della “Montagna”*, solo con molte responsabilità in più!

*ricaduta del momento professorino... Montagna... roccaforte sulla collina di Hollywood... ricavata dagli studios di una nota casa di produzione americana... vi prego ditemi che avete colto ;)

Concludo con un un’ultima riflessione: ci sono talmente tanti spunti che arrivano da storie più o meno blasonate che si potrebbe pensare che in realtà questo primo capitolo non sia nulla di nuovo ed invece l’autore ha saputo creare qualcosa di assolutamente originale dove tragedia, suspance, ironia e cinismo si mescolano alla perfezione accompagnate dalla giusta dose di “romanticismo” (nel senso più largo del termine) e di eroismo.


Ciao a tutti e alla prossima incursione!